Posts Tagged ‘SL Fashion

28
Nov
09

Autunno

L’autunno sta per finire, in SL già si freme per l’arrivo dell’inverno e delle feste, piovono annunci da ogni parte, tra festival, new releases, party a tema la mia impressione è che questo sia il periodo dell’anno più vitale per il mondo virtuale.

Prima però di accantonare per sempre il novembre del 2009 voglio fare una rapida carrellata di alcune cosette con cui sono andata in giro, ringraziando come al solito gli stilisti che mi permettono di essere così fashion (buhabhuabuha).

Casual 1

Credits

Jeans by MEB

Pea Coat by en Svale

Scarf by  Ibizarre

Boots by Store Isolabella

Casual 2

Skirt Mexico by Alexin Zanzibar (dalle ultime notizie che ho di questa stilista pare che stia aprendo un nuovo brand)

Collant by CREAMSHOP

Bag by Polina-Kaestner (non ho più notizie di questo marchio, forse il negozio ha chiuso, non so)

Casual 3

Print Skirt, Denim Jacket, Macho Tank  by en Svale

Grunge Boots by MEB

Collant by CREAMSHOP

Hair “Riha Blonde” by MIRAI STYLE

Bye bye alla prossima

30
Lug
09

Narcisismo a go go: new shape

No, in realtà non ho cambato shape, è solo che per festeggiare gli imminenti quattro mesi di presenza a SL ho pensato di rendere il viso di River un po’ più adulto, scavandole le guance e sollevandole gli zigomi. Le ho anche allungato un po’ il collo e la testa, rendendola meno bombata. A me pare che il risultato non sia cattivo. Dire che sono soddisfatta al cento per cento è esagerato, per un’incontentabile come me, ma mi sembra che l’avatarina abbia un aspetto meno adolescenziale e più charmante. Mi sbaglio? Ecco le foto!

1ritaglio

Di fronte, o quasi

ritaglio2

Di tre quarti.

Profilo

Di profilo.

Credits

Shape: made by me

Skin: Petal light doe 2 by Curio

Hair: Piper II, Natural Blond by Maitreya

Earrings: Creole, gift by Coco & Co.

Eyes: Angelina’s Eyes by Eish

Eyelsash: Katt’s by Belleza

Bind: red gift by Zaara

Poses: Garbo AO by BehaviorBody

26
Lug
09

Pure Fashion: MALT

Appena entrata a Second Life, un po’ come tutti immagino, sono andata a caccia di vestiti free. Niente da dire in proposito, vi sono abiti freebie davvero di ottima qualità, tanto che alcune cose le conservo ancora. E’ anche vero però che la maggior parte dell’abbigliamento free dà una visione piuttosto distorta del fashion in SL. Si ha l’impressione, infatti, che sia d’obbligo indossare minigonne vertiginose, corpetti stringi-tette, hotpants stile mutanda attillatissima e altre cosette simili, per cui l’effetto finale sulla avatarina è qualcosa che sta tra la velina e l’escort. Se poi devo essere sincera fino in fondo, durante le prime settimane che me ne andavo in giro per negozi, ho visto una gran quantità di outifts che tutto sommato finiva per riproporre quello stesso modello di donna, tanto che avevo finito per definirlo: “Lo stile Second Life”.

Poi, un giorno, per puro caso (non conoscevo ancora nessuno che mi potesse indirizzare), sono capitata in uno degli store di MALT e finalmente ho capito che vi era una diversa possibilità di abbigliarsi e di acconciarsi. E’ stata una sorta di illuminazione, finalmente abiti, magliette, pantaloni, borsette, bigiotteria che sembravano avere un’attinenza con la moda del mondo reale. Inoltre saltava agli occhi la qualità delle texture, con pieghe realistiche, colori brillanti, disegni accurati. Senza parlare della cura di alcuni dettagli come fiocchetti, bretelline, cinture. Una cosa, poi, che mi ha fatto molto piacere è che pur avendo comprato solo un top ho ricevuto in regalo due borsette, una fusciacca ed una collanina, tutta roba molto carina, che mi ha aiutato ad iniziare la costruzione di un mio  stile personale.

E’ stato, quindi, attraverso il marchio MALT, che è avvenuto il mio primo incontro con il “vero” fashion in Second Life, un amore a prima vista che dura tutt’ora. Così, quando ad inizio estate ho ricevuto dal gruppo un ‘avviso di saldi, mi sono precipitata nel mainstore e il risultato lo si può vedere nelle foto sotto. Gli sconti purtroppo sono terminati, però nel nogozio ci sono tornata ancora per comprare una collana e un braccialetto. E a giudicare dai nuovi arrivi non credo sarà l’ultima volta.

VestitoBN

Modello Belle in versione bianco e nero

VestitoR

Modello Saphear in rosso

VestitoV

Modello Rah Rah in amethyst

Credits

All dresses are by MALT

Skin: Petal dark doe 2 by Curio

Eyes: Angelina Eyes by Eish

Hair: Cheryl D… by TRUTH

Necklace: photos 1 and 2 Chunky Choker by MALT; photo 3 Collier Gold by Jen for MEB

Bracelets: red and black by MALT

Watch: Square Wach platinum, a gift by ICED

Bag: Fo Bag by ICoN

Hats: photo 1 Caplin White by Apollon; photo 2 Fo hat by ICoN

AO e Model poses: Garbo AO and Poses 3 by BehaviorBody

25
Lug
09

Macchina del tempo: New Toulouse Algiers

Qualche giorno fa, visitando il blog di Arabella’s Amblings, sono rimasta colpita da un vestito da lei recensito. Il fatto, poi, che costasse solo un linden mi ha definitivamente convinta, semmai ce ne fosse stato bisogno, a fare un salto nel negozio di Dany Bimbogami, per dare un’occhiata. Naturalmente il vestito l’ho comprato e anche immediatamente indossato.

1

Mi piace l’aerea leggerezza di questo vestitino, e anche se di solito non amo particolarmente i pizzi e i merletti, trovo che in questo caso l’insieme sia molto elegante e di gusto. Il modello fa parte di una collezione davvero a buon prezzo, fatta di vestiti d’epoca (Ottocento e primo Novecento), sia per uomo e per donna, che non superano i 150 linden.

21

Non mi sono però limitata a fare compere, ma affascinata dal luogo in cui è situato il negozio ho fatto un giro per la land, scattando una gran quantità di foto. Le due inserite sopra, per esempio, le ho scattate sul tetto di una costruzione chiamata “La Maison Riel” , bellissima, con una splendida vista sul mare e sul resto della città.

Ecco l’esterno notte della casa, con la luna che sorge da dietro il tetto.

3 La Maison Riel_009

La land si chiama New Toulouse Algiers e fa parte del progetto di un gruppo chiamato New Toulouse Parish, che ha come scopo ricreare le atmosfere di New Orleans e della Louisiana tra il XIX e inizio XX secolo.

In realtà sono molte le land di Second Life ambientate nel passato, la maggior parte sono in stile medioevale, a causa dei numerosi giochi di ruolo in stile fantasy, ma altre s’ispirano all’Epoca Vittoriana, o alla Belle Epoque, o all’impero romano etc. Queste land se costruite con cura funzionano come una sorta di macchina del tempo, nel senso che permettono agli esploratori di immergerti in atmosfere d’altre epoche, di un passato più o meno lontano.

E’ chiaro che si tratta comunque di rivisitazioni, dove gli elementi di pura fantasia, tratti dai ricordi cinematografici, o dai libri, si mescolano alle suggestioni riprese da quadri, riviste, musei e così via. Come capita spesso, quindi, più che vere e proprie ricostruzioni storiche fedeli ci troviamo di fronte ad “immagini del passato”, e cioè a visioni dei nostri stessi desideri, di come noi, uomini e donne di quest’era supertecnica, sogniamo e ci raffiguriamo le epoche che furono.

Francamente m’importa poco della fedeltà al dettaglio storico, anche se ne sono conquistata, ma ciò che di queste land mi affascina davvero è proprio il sogno che esse esprimono, un sogno che è espressione di una nostalgia per mondi, costumi, usanze definitivamente tramontati.

A New Toulouse Algiers ho provato ad immergermi in tutto questo, tra l’altro scattando decine di foto: al paesaggio…

4 New Toulouse belle reve_006

alle costruizioni, sia all’esterno…

7 New Toulouse home_008

che all’interno…

5 New Toulouse_107

Ricavandone un’esperienza emotiva molto piacevole: la sensazione, nell’arco di una mattinata, di essere la padrona di casa, in un altro tempo e in un altro luogo.

61

Credits:

Location: New Toulouse Algiers

Skin: Petal dark doe 1 freckled version by Curio

Hair: Cheryl Strawberrry by TRUTH

Eyes: Angelina Eyes by Eish

Dress : Morcade by Dany French touch peut etre

Shoes: !BF! Urban Bohemian Ankle Wrap Flats from Boing Fromage

Earrings: Rose Earing by Angel’s Kiss

Poses and AO: Garbo AO and model poses 3 by BehaviorBody